Home Le assemblee
PDF Stampa E-mail

Relazione sull’incontro “Tra eccellenza e precarietà”.

In data 20 marzo 2008 i giovani del PD hanno organizzato un incontro, dal titolo “Tra eccellenza e precarietà”, al quale il Coordinamento è stato invitato ad assistere. L’incontro è stato patrocinato dal Rettore dell’ateneo ferrarese prof. Patrizio Bianchi, il quale era previsto come primo relatore ma non ha potuto esser presente. I relatori intervenuti, dott. Alessandro Bratti (ricercatore dell’Università di Ferrara, già presidente Regionale di Arpa, candidato alla Camera dei Deputati nelle liste del Partito Democratico) ed il Presidente di IFN Paolo Vita Finzi, hanno portato contributi purtroppo lontani dall’idea di ricerca che l’Europa ci chiede. Le realtà industriali considerano esperienza preminente in tema di eccellenza quella dei CAT: l’acronimo, tristemente, racchiude l’essenza dell’esperienza presso Basell denominata “contratto a termine”, esperienza di formazione-lavoro di 16 mesi (di cui 12 CCNL Chimici) dove si viene a contatto con il centro Centro Ricerche “G. Natta”. La descrizione dei centri di ricerca e atenei statali, attraverso le parole di un alto dirigente di un ente pubblico deputato alla protezione ambientale, è il risultato di visioni molto generiche e spesso manchevole dal punto di vista dei dati numerici. Questa situazione scoraggia l’avvio di rapporti di collaborazione, in tema di precarietà nella ricerca. Tuttavia il coordinamento cerca di sanare alcune lacune, riportando dati circa la percentuale di ricercatori attivi in Italia e finanziamenti stanziati per la ricerca, rispetto ad altre realtà all’interno dell’Unione Europea.


L’incontro con il Rettore e la lettera alla senatrice Montalcini pubblicata dalla rivista Science


La discussione procede parlando di come cercare di porre rimedio a questa situazione, a livello locale, ovvero di come indurre l’ateneo di Ferrara a considerare in modo serio il problema dei ricercatori precari ed a valutare delle proposte per la sua soluzione. Di fronte a tale problema il governo italiano ed anche gli organi di stampa si sono mostrati alquanto indifferenti; la Lettera Aperta indirizzata alla Senatrice Montalcini, esperienza di denuncia condivisa a livello nazionale, non ha trovato riscontro né da parte della stampa né da parte del Governo, in particolare della Senatrice. Quest’ultima ha emesso un comunicato ufficiale in risposta alla Lettera stessa solo su richiesta della rivista Science che, al momento di pubblicare il testo della Lettera, ha sollecitato anche il parere della Senatrice. Si rifinisce seduta stante il testo del comunicato stampa da allegare alla lettera di Science e da inviare agli strutturati perché ne prendano visione e comprendano i significati meno evidenti di quel documento.


Ad un mese di distanza dalla iniziale domanda di incontro col Rettore, dopo aver inoltrato al Rettore (e per conoscenza ai Presidi di Facoltà) la Proposta di confronto programmatico circa il reclutamento del personale di ricerca (Ufficio Protocollo, prot n. 7778 de 27/03/2008), il Coordinamento dei Ricercatori Precari di Ferrara sarà ricevuto dal prof. Bianchi il giorno 7 aprile p.v. Il Rettore indica che tale ritardo è stato causato dall’assenza di oggettivi dati in materia di finanziamenti all’ateneo su cui discutere; specifica altresì che l’incontro prossimo costituirà l’apertura seduta stante del tavolo di lavoro richiesto nel sopraccitato documento. Non è però stato specificato da rettore quali membri dell’Ateneo parteciperanno stabilmente al tavolo in questione e costituiranno gli interlocutori del coordinamento.
Le Facoltà hanno la possibilità di utilizzare i punti organico resi disponibili dai pensionamenti solo per procedere ad avanzamenti di carriera e oggettivamente non hanno più strumenti per puntare in modo sostanziale verso il reclutamento di nuovo personale. Personale di cui si sente la necessità, visto il gran numero di contratti di ricerca a tempo determinato che continuano ad essere rinnovati all’interno dell’ateneo. E' l'Amministrazione che può e deve invece farsi carico di una programmazione concreta in merito.


Al fine di discutere in modo collegiale i risultati dell’incontro con il Rettore, viene proposto di fissare una assemblea straordinaria lunedì pomeriggio; si auspica che, vista l’importanza degli argomenti all’ordine del giorno, la partecipazione da parte del personale precario a quell’assemblea sia significativa.

In chiusura di assemblea, si riporta all’attenzione dei presenti l’uscita di una nuova nota MiUR che sblocca i concorsi a ricercatore non cofinanziati (reclutamento ordinario) e posticipa al giugno 2008 il termine entro quale bandire i concorsi cofinanziati (reclutamento straordinario), da svolgere comunque secondo le vecchie regole, data la definitiva bocciatura del Nuovo Regolamento di Mussi operata dalla Corte dei Conti.



 
Copyright © 2019 Open Source Matters. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.